27368

Contattami

FISCO AMICO PER TUTTI

Il fisco spiegato ai non addetti ai lavori

fiscoamicopertutti@gmail.com

fiscoamicopertuttiPIUSCUROTURCHESE

facebook
linkedin
image-569

SCRIVONO DI ME

Da un  progetto di Carmen Fantasia

dottore commercialista  e risolutore fiscale!

Da un  progetto di Carmen Fantasia

dottore commercialista  e risolutore fiscale!


facebook
twitter
linkedin
whatsapp

2021 fiscoamicopertutti di Carmen Fantasia p.Iva 02833690593

Logo-Musicoff-Orange-Big-1

Un libro da musicisti per non litigare col fisco

29 Maggio 2020

 

di Francesco Savarese

 

EC12001primadicopertina

5 Min di Lettura

Cari Musicoffili, oggi vi parlo del libro Fisco amico per Musicisti e Artisti di Carmen Fantasia, edito da Edizioni Curci.

Associare la parola “fisco” alla parola “amico” può sembrare a molti un controsenso o una forzatura, soprattutto in ambito musicale e artistico, dove le diatribe, i dibattiti più o meno accesi e i vulnus legislativi sono più proliferanti che mai; in particolare uno degli effetti indiretti che ha creato la pandemia del Covid19, è stato quello di mobilitare, sia sui social che attraverso varie Associazioni, orde di musicisti ed artisti che si sentono e si sono sentiti poco tutelati dalle istituzioni.

Questo libro può essere un buon viatico e una buona “guida pratica e completa” (come si legge nello stesso sottotitolo) per affrontare e capire meglio il mondo del fisco associato a quello del musicista.

 

Il libro tratta argomenti quali: la professione del musicista, l’attività occasionale e regole per operare anche senza partita Iva, il lavoro autonomo del musicista, la cooperative di artisti, l’iva nel settore dello spettacolo, i regimi contabili nel settore dello spettacolo, la previdenza dei musicisti, il certificato di agibilità, il diritto d’autore nella musica, i musicisti e il mondo del no- profit, l’e-commerce, e il self-publishing e la tutela del plagio.

Come vedete sono tanti argomenti in cui tutti noi, bene o male, affrontando la nostra professione ci siamo imbattuti almeno una volta, spesso senza saper bene come affrontarli, per la mancanza di una vera e propria linea guida istituzionale e legislativa.

Questo libro ci aiuterà a capire come si può svolgere l’attività del musicista e dell’artista, in conformità delle regole fiscali, ottenendo pertanto benefici di “riconoscibilità” professionale e previdenziale, tanto dibattuti e anelati.

Dopo una breve panoramica sull’inquadramento professionale del musicista, e sui risvolti sia artistici che manageriali della propria attività, nel secondo capitolo si entra subito nel vivo della materia affrontando la c.d. attività occasionale e le regola per operare anche senza partita Iva. L’autrice ci aiuta a capire cosa è la prestazione occasionale ed i limiti fiscali entro cui può rientrare, il tutto relativizzato anche alla Pubblica Amministrazione, ai compensi erogati, alle esenzioni delle imposizioni fiscali e alle eventuali sanzioni.

 

Viene poi affrontato il tema della gestione separata Inps, della ritenuta d’acconto, e delle ricevute per prestazioni occasionali; tutti argomenti assolutamente utili, e conosciuto da ognuno di noi che abbia suonato almeno una volta per eventi e concerti organizzati da società.

Nel capitolo successivo viene analizzata l’attività di musicista autonomo, con o senza partita Iva, sia come singolo che come gruppo musicale, molto interessanti sono i paragrafi che riguardano l’adesione a Cooperative dello spettacolo, (circostanza molto utilizzata in Italia dagli artisti), e tutti i vantaggi che possono discendere da tale adesione: pertanto sono esaminati i servizi, anche fiscali, che può offrire una Coop.

Il lettore infine trova anche tutti i passaggi utili e necessari per poter aprire lui una Cooperativa, seguendo le normative e i gli aspetti giuridici ben esplicati dall’autrice.

La stessa, in maniera sempre molto chiara, ci parla dell’Iva nel settore dello spettacolo e come aprire una partita Iva; si tratta di argomenti davvero necessari per ogni persona che voglia affrontare la propria professione in modo legale e professionale, è importante quindi capire bene le differenza tra le varie tipologie di regimi contabili, dal regime forfettario, ai codici Ateco,  dal regime semplificato fino a quello ordinario. Anche in questo caso il libro ci guida alla scelta del regime contabile migliore per le nostre esigenze lavorative.

Vengono poi trattati i temi, importantissimi, della previdenza dei musicisti, dell’Inps e ex-Enpals, con la spiegazione del relativo certificato di agibilità e della sua funzione, e del diritto d’autore nella musica.

Quest’ultimo argomento è davvero delicato, esistono al riguardo numerosi trattati di diritto (alcuni manuali autorevoli come il Jarach), ma devo dire che in questi paragrafi la materia viene analizzata in maniera lucida, precisa e soprattutto in modo estremamente chiaro, in maniera che possa essere compresa anche da un utente normale, non che sia per forza un giurista o un addetto ai lavori.

Tra gli argomenti salienti vi sono la tutela di opere e autori, i diritti morali e patrimoniali, la durata della tutela, i contratti con relative regole per la cessione dei diritti d’autore, la trasmissione mortis causa, la disciplina dell’Iva in relazione al diritto d’autore, e la tutela degli italiani all’estero.

 

Se volete approfondire l’argomento sui musicisti e il mondo del No-Profit, il lungo capitolo nono vi viene in soccorso affrontando in maniera esaustiva tutti i possibili aspetti di tale mondo, per cui possiamo imparare tutto ciò che ci serve sulle Associazioni, su come si costituiscono, sulle attività lecite che possono essere svolte, sui vantaggi fiscali delle Onlus e su come gestirle, sui Circoli e sulle Fondazioni.

Insomma un quadro davvero completo di tutti gli enti No-Profit e dei loro aspetti fiscali e giuridici sempre però in relazione all’attività del musicista.

Negli ultimi due capitoli, infine, si parla di E-Commerce, marketplace, delle opportunità derivate dal commercio on-line che possono interessare al musicista,  della tutela del plagio e della figura delself-publishing, ossia l’autore indipendente di brani musicali.

Il manuale si conclude con un utile glossario, adatto per chi si avvicina per la prima volta a questi argomenti.

 

Chi mi conosce meglio sa che oltre alla mia ormai ventennale professione di musicista, sono anche un avvocato, e da giurista posso dire che questo libro è davvero ben scritto, è chiaro ed accessibile a tutti, anche chi è alle prime armi, ed è una guida utile e necessaria per capire tutto ciò che riguarda gli aspetti fiscali e giuridici del musicista e dell’artista in generale.

Soprattutto in questo momento di grande incertezza e di grandi cambiamenti che riguardano tutti noi sia nel nostro privato, ma anche nella nostra professione di musicista, consiglio questo libro a tutti coloro che vogliano districarsi nella giungla di norme e di regole fiscali, spesso troppo numerose e poco chiare.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder